Facebook

CARRELLO

Totale {{totalAmount|currency}}

Non hai ancora nessun articolo nel carrello.
Dopo il PCI

Dopo il PCI

Questioni storiche e di prospettiva

di Roberto Gabriele, Paolo Pioppi (Autore)


Il libro si propone come base di discussione sulle prospettive dei comunisti in Italia. La prima parte, che affronta questioni di storia dei comunisti, porta il titolo "Il bambino e l'acqua sporca". L'immagine si riferisce al fatto che la furia iconoclasta seguita alla liquidazione del PCI alla fine degli anni '80, ha portato a un rifiuto globale dell'esperienza comunista italiana che, prima della mutazione genetica subita dal PCI, aveva rappresentato un fattore di importanza storica. Il partito comunista in Italia dagli anni '20 agli anni '60 del secolo scorso è diventato quel grande partito di massa che è stato perchè non ha agito in maniera ideologica, cioè come una setta, ma è stato capace di diventare protagonista essenziale degli avvenimenti del nostro paese per la sua capacità di interpretarli e di spingere le contraddizioni di classe, sociali e politiche nella direzione giusta, con una strategia unitaria. Questo è stato fatto nel percorso che va dalla Resistenza alla Repubblica, alla Costituzione, alla 'guerra di posizione' contro la restaurazione democristiana. I testi riproposti nel libro sono al riguardo una grande lezione di metodo, che serve oggi a capire come i comunisti abbiano saputo operare politicamente e guidare i processi reali nel contesto dato.   La seconda parte del volume, che porta il titolo "L'uovo di Colombo", concentra l'attenzione sull'importanza dell'esperienza storica dei comunisti italiani per un progetto di ripresa che a quella storia possa connettersi, e arriva alla conclusione che il nodo strategico da affrontare è quello di riprendere l'impegno storico dei comunisti per la realizzazione dei principi costituzionali come passaggio a un tipo di società non basata sull'ideologia del profitto e sul liberismo.Su questo scenario di ricomposizione di un processo storico interrotto dalla degenerazione del PCI si può riprendere la marcia verso la trasformazione dei rapporti sociali e al tempo stesso si possono riagganciare i settori progressisti e popolari che a partire dal 1943 sono stati la base del cambiamento. L'alternativa a questa scelta sarebbe la sopravvivenza di quell'antagonismo velleita­rio, privo di progettualità politica, che da decenni anima un protagonismo ripetitivo di gruppi e gruppetti di tendenza anarco-sindacalista e neocomunista, che interpretano il presente come invocazione di 'un altro mondo possibile', senza definire i processi reali e la loro oggettiva potenzialità.

Informazioni editoriali

Data di uscita
2022
Editore
Youcanprint
Pagine
306
ISBN
ISBN
9791221454819

Recensioni clienti

0 su 5 stelle sulla base di 0 Recensioni
Cartaceo EUR {{current_price.toFixed(2)}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}} Risparmi EUR {{saved_amount}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}}
Consegna prevista: mercoledì 17 luglio
EUR {{current_price.toFixed(2)}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}} Risparmi EUR {{saved_amount}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}}
Link per acquisto audible non disponibile
Youcanprint, la piattaforma italiana di Self-publishing

Youcanprint è la prima
piattaforma Italiana di self-publishing.

Youcanprint è da 6 anni consecutivi la prima piattaforma Italiana di self-publishing secondo l'Associazione Italiana Editori, responsabile del 27% delle opere autopubblicate e il 5% di tutti i libri pubblicati in Italia.

Dati AIE 2023 (Associazione Italiana Editori)